Domenica 29 marzo ore 18 Ex Mattatoio, Arci La Freccia e L’Arco di Aprilia presentano Les Fleurs Du Mal

L’Associazione L’Arco di Aprilia è lieta di inaugurare il primo evento nel magico, un po’ spettrale, suggestivo e simpatico teatro apriliano L’Ex Mattatoio.

Eh si, l’Ex Mattatoio, dove ancora è tutto come allora e così deve rimanere!!

Dicevamo, l’Ex Matta (come tutti simpaticamente abbreviano) ospiterà il primo evento culturale dell’Arco di Aprilia, neonata associazione che si prefissa la divulgazione e la promozione della cultura apriliana nel territorio e ovunque si trovi gente disposta a conoscerla.

Padrone di casa è l’ospitale e eclettica associazione Arci La Freccia, che ha immediatamente accolto e voluto questo evento del 29 marzo 2015, ore 18 dal magnetico titolo: Les fleurs du mal.

Sul filone dei Poeti Maledetti di Charles Baudelaire, Antonella Rizzo, poeta apriliano reciterà una serie di scritti propri e dei più noti compositori letterari della seconda metà dell’800, giocando nel fraseggiare con Pina Farina, alternando il tutto con la melodiosa vocalità artistica di Valentina Vetrano.

Ma conosciamo meglio i personaggi che daranno vita e vivacità all’evento di Arci La Freccia e L’Arco di Aprilia:

Antonella Rizzo  

Antonella Rizzo poeta e peformer
Antonella Rizzo poeta e peformer

è nata a Roma il 17 gennaio 1967 da genitori calabresi di origine arbëreshe e vive nella zona dei Castelli Romani. E’ laureata in Scienze dell’Educazione e ha insegnato in scuole di diverso ordine e grado. Ha al suo attivo la silloge “Il sonno di Salomè” – Edizioni Tracce, “Confessioni di una giovane eretica” – Edizioni Lepisma, “Cleopatra. Divina Donna d’Inferno” – Edizioni Fusibilia ed è curatrice del volume: “Haiku. Come fiori di ciliegio”. È presente in molte Antologie di Poesia contemporanea e partecipa come poeta e performer ad eventi culturali di carattere nazionale e internazionale, cortometraggi, pièces teatrali, in collaborazione con artisti visivi e musicisti.

Valentina Vetrano,  

cantante
cantante

aka Erbacerba si avvale dell’amicizia e della collaborazione con musicisti funamboli e arrangiatori di musiche da giostra come Roberto Grunge Ventimiglia ( il suonatore di umori di chitarre) Elianka Eliana ed il suo violino zigano… Dice di essere nata nella Palude, anziché in Aprilia, e questo fa sorridere e profonde tenerezza al contempo “fuggita per un pò, tornata. La compagnia delle zanzare è fondamentale per chi da sempre ha le radici nel fango.” Artista in cerca della sua musica, delle sue parole.”la musica è un linguaggio, un gioco stupendo e devastante che ha cambiato il mio modo di comunicare e di stare al mondo.” Con Erbacerba ha registrato un disco “NUDA IN FEBBRAIO” nel febbraio 2011, per festeggiare i suoi trent’anni…e fare un regalo a chi la vuol sentire. Sta lavorando per portarlo in giro live, con spirito bohemien e voglia di comunicare.

E poi, ma non ultima, anzi, Pina Farina

filosofo, scrittrice, giornalista
filosofo, scrittrice, giornalista

è docente di Lettere, scrittrice e pubblicista. Esperta in tematiche storico-letterarie e filosofiche, nel 2007 ha pubblicato il romanzo ‘La rondine del deserto’, attualmente in fase di elaborazione per un prodotto cinematografico e nel 2013 ‘L’Eredità dei filosofi saggi’ uno studio sulle Scuole Filosofiche del periodo ellenistico. Ha ottenuto, presso l’Università Pontificia, una specializzazione in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale. Da molti anni svolge Conferenze sul genere ‘CafèPhilo’ e Percorsi Formativi a carattere Psico-Filosofico. Collabora da lungo periodo con Enti ed Istituzioni Pubbliche per la realizzazione di Progetti diretti al mondo adolescenziale e adulto. Attualmente frequenta la Scuola di Alta Specializzazione in ‘Philosophy With Children’ per la qualifica di ‘Pratictioner P.W.C.’ rilasciato dalla Società Italiana di Counseling Filosofico.